Sant'Antonio da Padova

 In un terreno delle campagne di Monti Canu, donato dalla società Orizzonte, costituita e gestita prevalentemente da emigrati palaesi, negli anni ’90 è stata edificata la chiesa in onore di Sant’Antonio.

E' un moderno edificio sorto negli anni Novanta del secolo scorso, voluto dal proprietario del terreno, devoto al Santo da Padova. Realizzata in blocchetti di granito negli angoli portanti e pietre di placcaggio a coprire la muratura, è composta da una sala coperta a capanna, scandita da un arco interno, al quale esternamente corrisponde un piccolo contrafforte per lato, a sostenerne le spinte. Nella facciata, modanata sulla parte superiore, si apre un portone a doppio battente e su di esso un campaniletto a vela in pietra a vista, privo di campana; tra questi due elementi, è ricavata nella muratura, una luce a forma di croce. Sul fianco destro si apre l'ingresso secondario e nel fondo delle due pareti, due piccole cappelle absidate, con relativa finestrella. Altri punti luce sono due monofore per ciascun lato lungo.

È così che in un’oasi di verde e di archeologia si colloca anche l’oasi dello spirito dove, tutti gli anni a metà giugno, si svolge una festa campestre con esibizioni folkloristiche che accompagnano il pranzo offerto ai presenti.