Sant'Antonio da Padova

E' un moderno edificio sorto negli anni Novanta del secolo scorso, voluto dal proprietario del terreno, devoto al Santo da Padova. Realizzata in blocchetti di granito negli angoli portanti e pietre di placcaggio a coprire la muratura, è composta da una sala coperta a capanna, scandita da un arco interno, al quale esternamente corrisponde un piccolo contrafforte per lato, a sostenerne le spinte. Nella facciata, modanata sulla parte superiore, si apre un portone a doppio battente e su di esso un campaniletto a vela in pietra a vista, privo di campana; tra questi due elementi, è ricavata nella muratura, una luce a forma di croce. Sul fianco destro si apre l'ingresso secondario e nel fondo delle due pareti, due piccole cappelle absidate, con relativa finestrella. Altri punti luce sono due monofore per ciascun lato lungo.
 
La festa
il 13 giugno è celebrata una messa, mentre il sabato vicino, nella prospiciente area all'aperto, si svolge l'attesa Sagra di Monticanu
 
Come si raggiunge
Visitata la chiesa di San Giorgio, tornare sulla stradina asfaltata, svoltare a destra e proseguire per 2 km in salita, per l'area archeologica. Nelle vicinanze si trova la tomba dei giganti di Li Mizzanni, frequentata meta culturale e "terapeutica"   

Per saperne di più sulle feste campestri in Sardegna ed in Gallura, visita il sito www.chiesecampestri.it