Porto Pollo -L'Isuledda - Barrabisa

E' soprattutto il mare a caratterizzare questa zona, un mare incredibile, cangiante in tutte le sfumature dell’azzurro e del turchese, cristallino e puro, da vivere in una ‘full immersion’ nelle spiagge più belle:

Porto Pollo: Un’insenatura dall’acqua turchese e dalla sabbia bianca e fine, completamente circondata da arbusti di macchia mediterrane. Nei pressi della foce del Liscia, Porto Pollo (in gallurese Portu Puddu) unisce la terraferma alla bellissima  Isuledda  (o  conosciuta come Isola dei Gabbiani) con una sottile lingua sabbiosa. 
Le due ‘spiagge-istmo’ - la seconda è detta dell’Arenaria - si aprono a ventaglio con dune coperte di lavanda, lentisco e ginepro e sono come definite dal campione statunitense Robby Naish una "palestra naturale perfetta" per tutti gli sport acquatici.
Insignita della Bandiera Blu e battuta costantemente dai venti da nordovest (Maestrale), Ha un ampio parcheggio adatto anche ai camper ed accessibile ai portatori di handicap. Qui su questa spiaggia nasce la storia del windsurf in Sardegna la località è una meta storica di appassionati di vela, windsurf e kitesurf.
Nel 2016 ha ospitato la finale del campionato mondiale di kitesurf e diverse edizioni dei campionati italiani.
L’Isuledda : più conosciuta con il nome di "Isola dei Gabbiani" , è un'area di circa 180.000 m², circondata quasi totalmente dal mare, unita alla terraferma da un istmo di terreno sabbioso ed è quindi una penisola.  (La notorietà della struttura commerciale denominata Isola dei Gabbiani spesso ha causato un erroneo utilizzo comune del termine Isola dei Gabbiani per indicare la località).
Nella parte a Nord Ovest dell 'Isuledda, sono presenti alcuni scogli staccati dal resto della penisola che vengono chiamati "Cavalli".
L'Isuledda è molto frequentata da  windsurfer e kitsurfer per via delle caratteristiche termiche dell'area che garantiscono in molti periodi dell'anno delle condizioni adatte con una brezza costante, non rafficata e un'ottima esposizione ai venti provenienti dal quadrante nord-ovest è una penisola collegata alla costa da un tombolo sabbioso formatosi per i depositi eolici delle sabbie trasportate dal fiume Liscia che sfocia ad occidente, formando un ampio complesso dunale.
l’Isuledda è il luogo simbolo in Sardegna per appassionati windsurfer, kitsurfer e fun¬boarder, dilettanti e professionisti. 
Barrabisa: s'incontra sulla sinistra (agglomerato di case) andando verso  L'Isuleddu , piccolo paesino, abitato per lo più d'estate, che conta oggi 92 abitanti, sorto su una piccola collina a 51 m s.l.m. Il nome ha origine dal termine usato dai sardi in passato per apostrofare gli abitanti delle terre che venivano spesso sommerse dall'acqua: "barra abbissata" e la contrazione "barrabisa" significano infatti, nel dialetto sardo, "bocca sommersa". Per i meno sportivi o per chi è alla ricerca di distensione, ecco giornate rilassanti e tramonti poetici, al riparo da venti.