Sotto il mare

PAESAGGI SUBACQUEI
La costa di Palau si affaccia sul mare del Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena ed i paesaggi sommersi presentano una sostanziale omogeneità con quelli delle isole, dominati da un lato dalle forme del granito che continuano sott’acqua quelle emerse, dall’altra dalla presenza di organismi tipicamente adattati alle forti correnti che si incanalano nelle Bocche di Bonifacio e tra  le isole. Lungo la costa di Palau ci si immerge nei pressi dello Stentino di Capo d’Orso, dove sui massi del fondo crescono le gorgonie rosse, oppure sulla secca che, di fronte a Punta Sardegna, risale da un fondo sabbioso a circa 27 metri fino a 13-14 m dalla superficie. Nella rada di Mezzo Schifo ci si può immergere sulla fossa dove giaceva il relitto della corazzata Trieste, affondata il 10 aprile del 1943 durante un attacco di bombardieri alle basi di La Maddalena. Della nave rimangono solo l’impronta dello scafo, che fu recuperato nell’immediato dopoguerra, e sparsi attorno detriti e suppellettili. Palau inoltre è una delle basi privilegiate per le immersioni nel parco, dove in molte località si possono già constatare gli effetti della protezione, come alla Secca Washington di Spargi dove stupisce l’abbondanza di pesce, che ricorda un Mediterraneo d’altri tempi. A Palau operano numerosi centri d’immersione.

In questa sezione